Dr. Antonio Iusto

Psicologo – Psicoterapeuta

Cos’è la Terapia Breve Strategica >>

Come quando ci si perde
in un labirinto.
Non ha senso chiedersi quando,
come e perché si è entrati.
La cosa migliore è cercare rapidamente
una via di uscita.

Problemi da risolvere

Ognuno quotidianamente affronta difficoltà e problemi. Tutta la vita è un continuo risolvere problemi: lavorativi, familiari, esistenziali. Quando il problema è risolto si passa oltre, si fa altro, si va avanti. Si vive bene e con soddisfazione non quando non ci sono problemi, il che è impossibile, ma quando si riesce a risolverli e superarli. Allora si ha la sensazione di essere efficaci, efficienti, competenti.

A volte però può accadere di non riuscire più a vedere il proprio futuro, di non riuscire più a svolgere con piacere le proprie attività e sentirsi senza energie, di non riuscire a rapportarsi agli altri in modo soddisfacente, di sentirsi inibiti; può accadere di ritrovarsi a vivere nel timore costante che succeda qualcosa a sé o agli altri, evitando situazioni che invece si vorrebbe vivere normalmente; così come può accadere di ritrovarsi a vivere nel terrore di contrarre malattie o di morire improvvisamente; può accadere di essere ossessionati da pensieri che riguardano il cibo, di essere terrorizzati dall’idea di ingrassare..

>>>

Incontri in presenza e online

L’incontro in presenza è la modalità di rapporto più diretta ed efficace per il lavoro sulla comprensione delle dinamiche umane psicologiche e relazionali. E’ la modalità generalmente da preferire per un rapporto psicoterapico o anche di semplice consultazione.
Allo stesso tempo, però, anche la modalità a distanza online, per diversi tipi di situazioni e con le sue peculiari caratteristiche, si è dimostrata in tanti casi ugualmente efficace. Una variabile importante da considerare per l’utilizzo di tale modalità sarà la valutazione del tipo di problema presentato e le caratteristiche di personalità del cliente.

Fobie

Insetti, animali, altezze, spazi chiusi, sangue, iniezioni, autostrade, luoghi affollati, aeroplani; tantissime situazioni possono apparire irrazionalmente un pericolo che conduce al panico. Si possono evitare, certo, ma la vita quotidiana finisce per essere limitata.

Problemi di studio

Un esame o solo la tesi di laurea diventano ostacoli insormontabili. Non ci si riesce a concentrare. Più che alle pagine da studiare si pensa continuamente a quanto c’è ancora da fare; si fanno continuamente programmi che non si riesce a rispettare, non ci si sente mai sufficientemente preparati e si rimanda sempre alla prossima sessione. E intanto gli anni possono passane velocemente.

Anoressia

Si adotta la soluzione di mangiare sempre di meno, nell’illusione di giungere ad avere sotto il proprio totale dominio il corpo e le sue esigenze dettate dalla natura, anche, ma non solo, per inseguire un ideale estetico di perfezione. E’ una strada pericolosa lungo la quale diventa sempre più difficile fermarsi, perdendo la capacità di guardarsi oggettivamente. L’esito finale è paradossalmente l’assenza di ogni bellezza.

Dubbio patologico

“E’ vero amore il mio o no? Studio ingegneria perché mi piace o perché mi ci sono trovato? E se sono omosessuale e non lo so? E se un giorno diventerò un drogato?” Sono infinite le domande possibili, e trovare la risposta appare come una questione cruciale. Ci si avventura su una strada di lunghi ed angosciosi ragionamenti e ricerca di prove definitive sempre più complicati ed intelligenti, perdendo di vista completamente il peso reale della domanda iniziale.

Attacchi di panico

Il sistema della paura scatta in situazioni di normale vita quotidiana. Si comincia ad arretrare sempre di più di fronte ad un nemico incomprensibile, che si nasconde dentro sé stessi.

Problemi genitori-figli

I conflitti e le incomprensioni all’interno della famiglia possono generare tensioni, preoccupazioni, sensi di colpa, la sensazione di non essere bravi genitori; differenti stili educativi possono creare confusione. E con le migliori intenzioni a volte si finisce per fare peggio.

Ipocondria

Il corpo ci assedia e ci inquieta. Ogni segnale del corpo, reale o presunto, viene interpretato come la spia di un imminente disastro per la nostra salute. Si corre a cercare rassicurazioni da medici o familiari. Si vive continuamente in angoscia, ci si osserva costantemente. E chi cerca finisce sempre per credere di trovare!

Ossessioni

Il controllo eccessivo che fa perdere il controllo. I pensieri e le azioni si impongono contro la volontà e se ne diventa schiavi. Pulire, riordinare, prevenire. Pensieri intrusivi, gesti ripetuti per scongiurare la cattiva sorte o propiziare eventi favorevoli.

Problemi dell'ambito sessuale

Vivere il sesso con stress, con fatica, fingere un piacere che non c’è, avere desiderio ma non riuscire a farlo genera molte frustrazioni, nell’uomo e nella donna. Se, come spesso accade, non si affronta subito e chiaramente il problema le relazioni e l’autostima possono deteriorarsi, anche quando su tutto il resto c’è una buona intesa.

Servizi

Terapia individuale

Molta varianti di disagio psicologico possono impedirci di vivere con serenità, forza ed entusiasmo la vita quotidiana e interferire con la realizzazione dei propri desideri e progetti.

Terapia familiare

Incomprensioni, litigi frequenti, difficoltà di comunicazione sono segnali che rivelano il bisogno di cura e manutenzione della relazione con il partner e con i figli.

Consulenza Breve

Una consulenza breve è adatta nel caso in cui si vuole affrontare e risolvere problemi nell’ambito della propria quotidianità, sia in ambito lavorativo che familiare e sociale.

Il Centro di Terapia Breve Strategica

Il Centro di terapia strategica di Arezzo è l’istituto di ricerca, training e psicoterapia fondato nel 1987 da Giorgio Nardone e Paul Watzlawick. E’ anche sede della Scuola di Specializzazione post-laurea per Medici e Psicologi in Psicoterapia Breve Strategica (Brief Strategic Therapy Giorgio Nardone’s Model) riconosciuta ufficialmente dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), per il rilascio del titolo di Psicoterapeuta.

Indirizzi Napoli

– Via Mergellina 44, Napoli
– Via Simone Martini 28, Napoli
– Via Manzoni 176, S. Giorgio a Cremano (NA)

Indirizzo Salerno

Via Irno 11, Salerno

Telefono

+39 335 8420599

Richiedi informazioni

10 + 8 =